Be Wizard 2014 tra Mobile, Remarketing e Retargeting

Be Wizard 2014 tra Mobile, Remarketing e Retargeting

1444
0
CONDIVIDI

Si è conclusa da pochi giorni l’ultima edizione del BE Wizard 2014 e anche quest’anno non sono mancate novità e ospiti internazionali.

Ma vediamo quali sono stati i temi caldi trattati nell’area business:

Mobile, primo su tutti!

be-wizard-2014-convegnoIl trend di utilizzo dei dispositivi mobili in Italia, come nel resto del mondo, è in continua ascesa a tal punto da aspettarsi un sorpasso rispetto al desktop nei prossimi anni.
Si è parlato quindi di un approccio da mobile First a mobile Only, così come definito da A. Kaushik, Digital Marketing Evangelist per Google.

In pratica le imprese dovranno focalizzarsi su questo canale non più come elemento di supporto al business, ma come un nuovo modello distintamente contestualizzato.

Remarketing e Retargeting

REMARKETING E RETARGETING Con remarketing e retargeting intendiamo la procedura di riacquisizione di utenti che hanno già visitato il mio sito, e quindi potenzialmente interessati ai miei prodotti o servizi e che rispettano determinate caratteristiche.

Lo strumento più utilizzato è sicuramente Google Adwords, attraverso la rete display con annunci illustrati, o il circuito search con annunci di testo. Personalmente utilizzo molto il remarketing di Adwords collegato a Google Analytics, perché molto più flessibile nella definizione dei segmenti, e riscontro ottimi risultati in termini di CTR e Conversioni.

Vi consiglio perciò di farlo anche voi quanto prima, ricordando vi di presentare le giuste offerte per ogni segmento individuato…personalizzate e testate!

Real Time Bidding, la nuova frontiera dell’ADV online

be wizard padiglione Un sistema del tutto nuovo per me, poco utilizzato in Italia che analizzerò e testerò nei prossimi mesi. In soldoni RTB (Real Time Bidding) permette di mostrare banner pubblicitari ad un target mirato di utenti, utilizzando sia i First-Party Cookies (quindi le caratteristiche e i comportamenti degli utenti che hanno già visitato un mio sito), sia Third-Party cookies (grazie ai quali possiamo targettizzare i visitatori in base alle loro caratteristiche condivise da altri siti).

Tutto questo avviene attraverso un sistema velocissimo di asta, grazie al quale gli advertiser acquistano impression target dai publisher in tempo reale mostrando quindi banner specificatamente al target precedentemente definito.

A breve testerò meglio ogni funzionalità, condividendo con voi altri spunti e casi reali.